Cerca nel blog

14 febbraio 2019

Migliaccio salato



Finalmente sono riuscita a fare la versione salata di Migliaccio, dolce napoletano tipico di Carnevale. Migliaccio dolce lo preparato qualche anno fa ,ricetta lo trovate qui .
Non saprei quale è più buono...migliaccio dolce o salato? A me piacciono tutte e due. 😋  Voi conoscete migliaccio?




Ingredienti:

  • 150 di semolino o farina di mais (oppure metà mais e metà semolino)
  • 500 ml. di acqua
  • 100 ml. latte
  • 40 g. di strutto (io burro)
  • 2 uova intere
  • 3 cucchiai colmi di parmigiano o grana grattugiato 
  • 200 g. di ricotta mucca
  • 200 g. di provola affumicata o scamorza
  • 150 g. di salame tipo Napoli (io prosciutto cotto)  
  • sale

Preparazione: 
In una pentola versare l’acqua ,il latte, il burro e un po' di sale e portare all'ebollizione.
Versare il semolino (io anche 2 cucchiai di polenta taragna istantanea ...cioè mais con grano saraceno) e mescolare velocemente con una frusta a mano. Mescolare a fuoco medio, continuamente fino che il composto si addensa e diventa cremoso come un polenta. Mettete da parte la crema di semolino per raffreddare.
In una ciotola mettete le uova con il parmigiano e montatele con le fruste elettriche.
Aggiungere la ricotta e mescolare bene insieme fino ad ottenere una crema omogenea. Aggiungere alla crema di uova, quella di semolino, mescolare con le fruste elettriche .
L’impasto deve essere abbastanza pastoso. Se vi sembra troppo sodo ,aggiungere altro latte. Aggiungere salame e la provola a dadini e mescolare bene. Foderate con carta da forno una teglia tonda o rettangolare da forno, versate l’impasto dentro e poi appiattite. Mettete fiocchetti di burro qua e la e cospargete tutta la superficie di pangrattato.
<Stampo tondo di circa 22 cm. diametro o rettangolare di circa 28/22 cm.>
Cuocete in forno già caldo a 180° C per circa 50 minuti. Alla fine migliaccio salato deve essere ben dorato in superficie. Leggermente si crea una specie di crepe . Aspettate che si raffreddi almeno 30 minuti prima di tagliare e servire.
Conservare in frigo per massimo 3 giorni o potete congelarlo. Ottimo caldo ...è buonissimo anche freddo.




Da una ricetta trovata sul sito Tavolartegusto.it che ringrazio. Ho apportato piccole modifiche.




30 gennaio 2019

Plumcake salato con formaggio, prosciutto cotto e pomodori secchi



I plumcake salati sono dei ottimi antipasti...veloci da preparare ,versatili, perchè si preparano con ingredienti che di solito si trovano in casa. Ideali per un buffet. Per la ricetta mi sono ispirata da qui, cambiando un po' a modo mio.  Soffice e gustoso, leggermente umido ...secondo me è la ricetta ideale.


  Ingredienti :
  • 1 vasetto di yogurt naturale intero (vasetto da 125 g. o 150 g. che dopo usate come misurino per altri ingredienti ) 
  • ½ vasetto di olio di semi di girasole o mais  
  • ½ vasetto di latte 
  • 200 g. di prosciutto cotto o mortadella a cubetti 
  • 200 g. di formaggio tipo Asiago ,Fontina, Provolone, Emmenthal… a cubetti
  • pomodori secchi q.b.
  • 3 uova medie 
  • 3 cucchiai di grana o parmigiano grattugiato
  • 1 cucchiaino di sale fino
  • 3 vasetti colmi di farina 00 setacciata
  • 1 bustina di lievito istantaneo per torte salate setacciato (esempio Pizzaiolo di Paneangeli)
  • rosmarino tritato grossolanamente (facoltativo)
  • origano (facoltativo )
Ingredienti per uno stampo plumcake dimensioni... il mio era 25 cm. lungo, 11cm. largo, 7 cm. alto... o stampo tondo, 18-20 cm. diametro.

Preparazione:
Versare in una ciotola abbastanza grande tutti gli ingredienti liquidi...yogurt ,uova, olio e il latte. Amalgamare con la frusta bene. Aggiungere la farina setacciata con il lievito e mescolare bene. Aggiungere i cubetti di cotto e formaggio e i pomodori secchi tagliati a pezzettini,  mescolare bene con un cucchiaio. Se il composto vi sembra troppo liquido, aggiungere un po' di farina. Il composto dev'essere abbastanza denso...non liquido. Versare il composto in uno stampo da plumcake foderato con carta da forno. La carta da forno meglio leggermente bagnata con acqua ,per facilitare il rivestimento. Cuocere in forno preriscaldato a 170-180° per circa 40-45 minuti. Plumcake deve diventare ben dorato. Fare comunque la prova stuzzicadenti. Lasciate raffreddare prima di servire. 
Volendo potete usare gli stampi da muffins al posto del plumcake. 

Suggerimento :volendo potete aggiungere anche le olive 


16 gennaio 2019

Frittelle di Sant' Antonio Abate





ll giorno 17 di Gennaio si festeggia Sant’Antonio Abate (non famoso Sant'Antonio da Padova). Detto anche Sant’ Antonio del Fuoco, protettore degli animali domestici e solitamente raffigurato vicino ad un maiale con al collo una campanella. Ho letto che in Lombardia...non lo so se dappertutto... in questo giorno è tradizione contadina accendere il “falò di Sant’Antonio”.
L’usanza, è tutt’ora presente in alcune zone, nei giorni precedenti si accatasta in uno spiazzo nel cortile tutto ciò che è di legno e poi bruciare. Il fuoco propiziatorio viene acceso la sera e continua ad ardere sino all’esaurimento.


Sant’Antonio compare anche in un detto popolare che fa riferimento al tempo : "S. Antonio barba bianca se non nevica poco ci manca."
C’è però un detto anche adatto ai golosi: "S. Antonio di gennaio, S.Antonio frittellaio"... visto che in questo giorno si fanno i PANADÌ DE SANT’ANTONE (panini di S. Antonio) conosciuti anche come castagnole, i primi dolcetti che annunciano il prossimo Carnevale. La tradizione prevede di consumare con le frittelle del buon vin brulé. (info e foto da web)





Frittelle di Sant'Antonio
(Ricetta presa da qui.)


Ingredienti:
400 g. di farina 00
100 g di zucchero 
2 uova
100 ml di olio di semi di girasole
200 ml di latte intero o parzialmente scremato 
1 bustina di lievito per dolci
buccia di un limone grattugiata (aggiunto da me)
aroma vaniglia o rum (aggiunto da me)
olio per friggere
zucchero a velo vanigliato


Preparazione:
Frullate bene le uova con lo zucchero. Aggiungete un po’alla volta, l’olio e il latte.  E poi per ultimo farina e il lievito. Impasto deve essere liscio e abbastanza denso, non deve scendere dal cucchiaio. Se vi sembra troppo denso ,aggiungete un po' di latte . Se vi sembra troppo liquido, l'impasto aggiungette più farina .Scaldate bene l’olio . Quando è pronto, prendete un bel po d'impasto con un cucchiaino e versare il composto nel olio ben caldo con una'altro cucchiaino.  Si lasciano friggere le frittelle, 6-8 alla volta. Quando sono dorate da tutti i lati, si scolano e si appoggiano su carta assorbente da cucina.. Si cospargono di zucchero a velo.
Risultano circa 30-40 pezzi (nella foto sono solo una parte delle frittelle).



Blog