Cerca nel blog

4 dicembre 2018

Torta salata con zucchine e carote



Ho preparato questa torta salata con zucchine e carote per una cena tra amici .E' un sformato di verdure gustoso e facile da preparare...buonissima tiepida ma anche fredda .Perfetta per un buffet, un aperitivo ,un secondo di verdure. E poi mi piace che si può preparare il giorno prima. Sono varie ricette nel web...io lo presa dal blog La cucina di Any.


Ingredienti :
per una teglia di 25 cm x 19 cm

5 uova
120 g.di farina
110 g.di olio di girasole
1 cucchiaino e mezzo di lievito per torte salate
120 g. di parmigiano (oppure asiago)
mezza cipolla o qualche cipollotto fresco
3-4 zucchine (circa 500 g.)
1 carota grande (circa 150 g.)
sale e pepe

Procedimento:
Pulire le zucchine e la carota, grattugiarle e poi strizzarle leggermente. E' probabile che lasciano un po'd'acqua. Personalmente la zucchina lo grattugiata con la sua buccia. Pulire la cipolla, tritarla finemente .In una ciotola, mescolate bene le uova con l'olio, la farina setacciata e il lievito.
Aggiungere le verdure e il parmigiano all'impasto . Regolare di sale ,aggiungere pepe macinato (se vi piace) e mescolate bene. Mettere l'impasto in una teglia coperta da carta forno. Infornare a 180 gradi per 45 minuti. La torta deve essere bene dorata.





29 novembre 2018

Sant' Andrea Apostolo



Sant'Andrea Apostolo di Gesù Cristo si festeggia il 30 novembre nelle Chiese d'Oriente e d'Occidente ed è festa nazionale in Scozia. Denominato secondo la tradizione ortodossa Protocletos o il Primo chiamato perché fu il primo tra i discepoli di Giovanni Battista ad essere chiamato dal Signore Gesù presso il Giordano. Dopo la Pentecoste si dice abbia predicato il Vangelo nella regione dell’Acaia in Grecia e subíto la crocifissione a Patrasso su una croce a forma di X per non eguagliare quella di Gesù.

È una giornata di festa, ricca di tradizioni e costumi soprattutto per la gente che vive in ambiente rurale nella parte nord della Romania, nelle storiche regioni di Maramureş e Bucovina.


 Luogo di nascita: Galilea, Israele 
 Decesso: 30 novembre 60 dopo Cristo, Patrasso, Grecia  
Nome completo: Andrew the Apostle 
 Sepoltura: Chiesa dei Santi Apostoli, Turchia 
 Genitori: Jonah 
 Fratelli: Pietro apostolo 



Protettore di:cantanti, marinai, pescatori.
È patrono della Chiesa ortodossa. Secondo gli antichi scrittori cristiani, l’apostolo Andrea avrebbe evangelizzato l’Asia minore e le regioni lungo il mar Nero, giungendo fino al Volga.
È perciò onorato come patrono in Romania, Ucraina e Russia.



**********


Tradizioni della Tuscia Viterbese

La notte tra il 29 e il 30 novembre, giorno in cui ricadono i festeggiamenti del santo pescatore, è usanza che ogni bambino lasci un piattino vuoto sul davanzale o fuori la porta di casa per poi l’indomani trovarci sopra un golosissimo pesce di cioccolato. È per questo che le vetrine di pasticcerie, alimentari, bar e supermercati si riempiono nel mese di Novembre di coloratissimi pesci di varie dimensioni avvolti nella caratteristica carta stagnola colorata che li fa distinguere nei gusti al latte e fondente. <Info e foto: web>


*******


Tradizioni in cucina 

Nei ultimi anni in Emilia Romagna si é instaurata la tradizione del “pane di Sant’Andrea” che i fornai di Castel Maggiore offrono la sera, all’uscita della chiesa parrocchiale, dopo la Messa in onore del Patrono. Da dove provenga questa tradizione, se questa ricetta sia originale o inventata dai panificatori per l’occasione, francamente non si sa. Certamente è entrata a far parte delle tradizioni di questa cittadina.


Ingredienti: 550 g di farina ,250 g di latte ,50 g di olio di mais, 1 cucchiaio di zucchero ,10 g di sale, 1 cubetto di lievito di birra, 1 uovo + 1 tuorlo per spennellare, 100 g di gocce di cioccolato fondente. 

Il procedimento descritto prevede l’utilizzo del Bimby, ma ovviamente la ricetta può essere seguita anche senza

Nel boccale riscaldare il latte 1 min., 37° vel. 1; unire olio, zucchero, uovo e lievito: 5 sec. vel. 2. Aggiungere farina e sale: 3 min. vel. Spiga. Deve risultare un’impasto morbido. Togliere dal boccale, formare una palla, coprirla e metterla nel forno spento (ma precedentemente riscaldato a 50°) e lasciare lievitare per 1 ora. Trascorso questo tempo smontare l’impasto, dividerlo – se si desidera – in pagnotte, poi aggiungere le gocce di cioccolato; preriscaldate il forno a 200° e nel frattempo lasciate lievitare direttamente sulla leccarda del forno ricoperta di carta-forno. Spennellare a questo punto con l’uovo sbattuto e mettere in forno per circa 30 min.






Info, ricetta e foto prese da web e  Il ricettario di Bianca 






18 novembre 2018

Tiropitakia veloci





Questi fantastici finger food sono deliziosi biscotti salati con formaggio feta, ideali come aperitivo, antipasto o snack. Sono facili da fare e buonissimi.
Quest'estate ho trovato per caso la ricetta sul blog Apriti Sesamo  di Eleni. Già fatto tre volte e sempre sono andati a ruba. Sono la versione super veloce di tiropitakia ,che nella cucina greca, sono delle sfogliatine di pasta fillo, ripiene di formaggio feta.



Ingredienti:
450 g. farina 00
1 bustina di lievito per torte salate
250 ml. latte tiepido
125 ml. olio di semi di girasole
125 ml. olio d'oliva extravergine
1 cucchiaino di sale
300 g. formaggio feta

Procedimento:
Scaldate leggermente il latte. Mettetelo in una ciotola abbastanza grande ,aggiungete l'olio di semi e l'olio d'oliva extravergine e il cucchiaino di sale. Aggiungete  la farina setacciata con il lievito e mischiate bene, incorporare tutta la farina . Aggiungete il formaggio sbriciolato al impasto, mescolate con le mani il composto ...non serve molto. Prelevate piccole quantità, appiattitele un po' e mettetele sulla teglia foderata da carta forno.
Cuocete in forno statico (preriscaldato) a circa 180°-200°C per 15 minuti (dipende dalla loro grandezza). Sono pronti quando sono diventati ben dorati.



Blog