Cerca nel blog

31 ottobre 2017

Piada dei morti



In Romagna la Piada dei Morti inizia ad essere cucinata a metà ottobre e per tutto il mese di novembre.
E' un dolce semplice, un pandolce con uvetta e frutta secca, adatto ad essere gustato per colazione o dopo pasto con un buon bicchiere di vino.
Ha questo nome perché di solito si cucina nel periodo vicino alla Festa dei morti (2 novembre).
Esistono varie versioni, questa è la mia. La ricetta presa da qui ,è modificata.

Ingredienti:
200 g.di farina manitoba
80-100 g. di farina 00
1 uovo
60 gr. di zucchero
60 ml. latte intero
60 ml. olio di semi di girasole
20 g. di lievito di birra fresco
uvetta q.b.
1 bustina vanillina
1 pizzico di sale
glassatura 
1 uovo
noci, mandorle, pinoli ,uvetta

Procedimento:
Sciogliere il lievito di birra nel latte appena tiepido con un cucchiaio di zucchero. Aggiungere il resto dello zucchero, l'olio, un pizzico di sale, vanillina e la farina setacciata per ultima. Potete usare solo farina  00. Se vi piace più dolce aggiungete del'altro zucchero. Non mettere dall'inizio tutta la farina, ma poco alla volta.
A volte la farina (dipende quale tipo usate) assorbe di più e l'impasto finale esce troppo duro. Lavorare il composto fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico ...leggermente molle.
Mettere l'impasto a lievitare (coperto) in un luogo caldo per 2 ore circa. Impastare nuovamente, aggiungere l’uvetta. Mettere su teglia da forno con carta da forno volendo anche oleata. Schiacciare con le dita della mano fino ad ottenere dei dischi spessi di circa 2-3 cm.
Guarnire con noci,  mandorle, pinoli o uvetta.  Spennellare la superficie con l’altro uovo. Lasciare lievitare per massimo un oretta. Cuocere in forno già caldo, a 180° per 30-40 minuti. Fate prova stecchino.

Altre ricette dei dolci che si preparano per il periodo che precede la Commemorazione dei morti ; coliva ( dolce tipico della tradizione rumena) e fave dei morti.










9 commenti:

  1. Non ho mai fatto questo pandolce.. deve essere proprio buono! Baciotti :-*

    RispondiElimina
  2. Io lo chiamerei pan brioche goloso, ha un bel aspetto molto invitante ed è ottimo per iniziare la giornata !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il suo nome magari colpisce un po'... ma è tanto buono....per iniziare la giornata e non solo. ciao !

      Elimina
  3. SEMBRA OTTIMA, MANDAMENE UNA FETTINA, GRAZIE!!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  4. Non conoscevo questa golosa preparazione... grazie!!!!!

    RispondiElimina
  5. adoro le preparazioni tradizionali e soprattutto golose così.
    devo venire presto in Romagna...
    complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Simo si mangia benissimo in Romagna.

      Elimina
  6. Avevo visto questa ricetta in un libro di dolci, e mi incuriosiva: mi segno la tua, perché l'aspetto è decisamente invitante!

    RispondiElimina

Grazie, i vostri commenti sono sempre graditi...
appena posso ricambierò la visita ◕‿◕

Blog