Cerca ricetta o ingrediente...

Taralli napoletani (sugne e pepe)


               

Taralli napoletani (Sugne e Pepe) sono dei biscotti secchi salati, tipici della tradizione partenopea. 

Nel 1940, Leopoldo Infante inventò, nel suo laboratorio la ricetta definitiva del tarallo napoletano, quello con 'nzogna (sugna), pepe e mandorle intere. Una delizia che oggi rientra a pieno titolo nella categoria dello street food. 

 Questo inverno, ho preparato taralli sugne e pepe ,seguendo la ricetta di Manu Food . Sono buonissimi...che dire...uno tira l'altro.



Ingredienti: 
per 10-12 taralli 

  • 500 g.di farina 00 
  • 200 g.di strutto 
  • 7 g. pepe nero macinato (un cucchiaino)
  • 150 gr.mandorle tostate tritate 
  • mandorle tostate intere... circa 14 pezzi
  • 15.g sale 
  • 10 g.lievito di birra 
  • 150 ml.acqua 
  • 50 ml.vinobianco 
Procedimento:
Tostate le mandorle 150 gr + 14 pezzi in forno preriscaldato a 200° C per circa 3 minuti. Fatele intiepidire, tenete da parte 14 pezzi intere. Tritate resto di 150 g. mandorle fino a ottenere una granella grossolana. 

Mettete in una ciotola l'acqua ,vino bianco , il lievito sbriciolato, metà di strutto ...e impastate. 
Potete procedere con la planetaria o a mano....cosi come ho fatto io. Aggiungete metà farina e impastate ancora .
Aggiungete il sale, il pepe e restante di strutto . Impastate bene tutto il composto . Aggiungete al impasto le mandorle trittate e amalgamare bene . Lasciate l'impasto a riposare per 30 minuti . 

Staccate dei pezzetti di impasto, dal peso di scarsi 40 gr, e con ognuno formate dei filoncini di circa 20 cm. lunghezza. Se vi accorgete che i filoncini tendono a sfaldarsi compattateli leggermente con le mani e poi allungateli. Sistemate due filoncini vicini ed arrotolateli tra di loro, quindi chiudete le estremità per formare un tarallo. Infine sistemate 2 o 3 mandorle intere sulla superficie, facendole aderire bene con un po' d'acqua. 

Mettete i taralli un po' distanziati tra di loro, su una teglia rivestita con della carta forno e lasciateli lievitare per un paio d'ore (non dovranno crescere molto di volume). 

Infornate i taralli in forno preriscaldato a 180° C ventilato per 50 minuti, sfornate i taralli e lasciatelli a raffredare completamente . 

Infornate per la seconda volta a 80° C per massimo 90 minuti. Controllate la cottura, potranno essere sufficienti anche 50-55 minuti.
















6 commenti:

  1. Ne sono golosissima, complimenti!!!

    RispondiElimina
  2. Preferisco il salato al dolce, anche se lo strutto non potrei mangiarlo oggi come oggi, ma un pezzetto non lo rifiuterei.

    RispondiElimina
  3. Lo strutto ogni tanto lo acquisto per dare sapore alle nostre "patate in tecia" patate al tegame. Però uso poco non va bene per me. Una volta si scioglieva e poi si spalmata su pane co sale grosso. Buona serata

    RispondiElimina

Grazie, i vostri commenti sono sempre graditi...
appena posso ricambierò la visita ◕‿◕

Seguo