Cerca nel blog

26 novembre 2012

Flan parisien (flan pâtissier) al cioccolato / Flan parisien cu ciocolata



Flan parisien o flan pâtissier , un dolce tipico francese ,composto da un guscio di pasta briseè/sfoglia o frolla con un ripieno di crema cotta alla vaniglia. Tempo fa l’ho preparato e mi è piaciuto molto , la ricetta lo trovate qui.  Di recente ho fatto la variante con il cioccolato. Non vi dico ..una vera delizia ! Ecco la ricetta.



Ingredienti:
-250 g. di pasta briseè tonda
-1 uovo + 1 tuorlo
-120 g. di zucchero estremamente fine (non a velo)
-50  g. di maizena (amido di mais)
-500 ml .latte
-150 g.di cioccolato fondente
-1 bustina vanillina o fialetta aroma vaniglia

Procedimento:
Rivestite con la pasta briseè, il fondo di una tortiera (diametro 22-24 cm. ); foderata con la sua carta da forno che trovate nella confezione. In un casseruola mettete il latte, il cioccolato spezzettato, una bustina di vanillina. Mettete la casseruola sul fuoco, a fiamma bassa e mescolate fino che il cioccolato si scioglie. Separatamente mescolate 1 tuorlo + 1 uovo con la farina e la maizena. Aggiungete poco alla volta il latte caldo , evitate a formarsi i grumi, mescolate con una frusta. Mettete tutto il composto a cuocere a fiamma bassa. Mescolate ogni tanto fino che diventa il composto come un budino denso. Togliete dal fuoco e lasciate raffreddare un po'.  Versate il budino /crema dentro la teglia  e infornate (forno riscaldato) a circa 180°-200° .Quando è pronto, cioè la pasta briseè diventa dorata.. togliete il flan dalla teglia e lasciate raffreddare bene su una griglia leggermente alta. Tagliate e servite il dolce freddo.


22 novembre 2012

FAI (Fondo Ambiente Italiano) -progetto "Il Paesaggio con gusto.Le Ricette"



Condividi il tuo sapere culinario e aiutaci a riscoprire e diffondere i sapori e le tradizioni legati al latte lombardo. Partecipa al progetto "Il Paesaggio con gusto. Le Ricette"!

Progetto: Educare al consumo consapevole favorendo lo sviluppo di una produzione agricola sostenibile finalizzata alla creazione della “Strada del Latte e dei Formaggi del Parco Agricolo Sud Milano”

FAI sostiene la necessità di valorizzare la produttività agricola e, con il contributo di Fondazione Cariplo, promuove la sostenibilità economica delle aziende agricole del Parco Agricolo Sud Milano attraverso la diffusione di uno stile di vita basato sul consumo consapevole.

Il Parco Agricolo Sud Milano  è un territorio intriso di storia, arte, cultura che ospita abbazie, cascine storiche, mulini e tenute . In un contesto economico che vede il settore agricolo in forte sofferenza, le aziende agricole del Parco conservano un elevato patrimonio di conoscenze e tecniche, in un quadro paesaggistico di eccellenza ma hanno visto decrescere sempre più le loro risorse economiche. Il pericolo maggiore per questo patrimonio consiste nel suo allontanamento dalla tradizione agricola.

FAI invita tutti a riscoprire i sapori e le tradizioni del territorio lombardo mettendosi ai fornelli e inviandoci ricette che abbiano come ingredienti il latte lombardo o i prodotti lattiero caseari tipici di queste zone.

Involtini di formaggio, ma anche polpette, spiedini, crocchette e torte salate. E crespelle, gnocchi, ravioli, fondute e sformati. Per non parlare poi di biscotti, soufflé, bigné, cheesecake ...ecc : ogni ricetta sarà un modo per creare un legame tra i prodotti lattiero caseari di questo territorio e chi quotidianamente li consuma, ma soprattutto sarà un'occasione per comprendere meglio il ricchissimo patrimonio ambientale e culturale di queste terre e la necessità di tutelarle, perché gustare significa conoscere, conoscere significa amare, e amare significa difendere.


Dalla Carta degli ingredienti  scegliete quale o quali ingredienti utilizzare e mandate la vostra ricetta. Se vorrete anche un’immagine del piatto o un video dello chef all’opera. Avete tempo fino al 15 gennaio 2013 per inviare la vostra ricetta tramite modulo online, Facebook o e-mail  ricettario@fondoambiente.it   : tutte le ricette saranno pubblicate sul sito FAI e sulla pagina Facebook del FAI, per voi anche una sorpresa che renderà sicuramente onore alle tradizioni culinarie che hanno origine dal latte lombardo e che sarà svelata in occasione del convegno conclusivo del progetto Il Paesaggio con gusto,dove sarete invitati.




Inviate le vostre ricette qui


17 novembre 2012

Gnocchi di patate alla carbonara vegetariana di zucchine / Gnocchi de cartofi cu carbonara vegetariana de dovlecei



Non so voi, ma io adoro gli gnocchi. Li ho preparati con la carbonara vegetariana di zucchine, mi sono piaciuti davvero tanto. Ecco la ricetta:

Ingredienti:

-350 gr. di gnocchi di patate
-1 uovo grande
-½ cipolla
-2 cucchiai di olio extravergine di oliva
-1 zucchina grande
-2 cucchiai di formaggio Grana, Parmigiano, Pecorino
-2 cucchiai di panna da cucina fresca
-sale e pepe
-prezzemolo tritato (fresco o secco)


Procedimento:
Preparate gli gnocchi di patate secondo questa ricetta. Mettere in un tegame la cipolla tagliata finemente a rosolare con l’olio Aggiungete la zucchina tagliata a rondelle (o cubetti) e fare rosolare il tutto . Aggiungete un po’d’acqua e cuocete a fiamma media. Cuocere gli gnocchi in acqua salata . Quando la zucchina è abbastanza morbida , buttate dentro gli gnocchi. Aggiungete l’uovo sbattuto con sale e pepe, il formaggio grattugiato(grana, parmigiano ,pecorino) e la panna . Mescolate bene , servite subito caldi con prezzemolo tritato (io prezzemolo secco ) e ancora un po' di formaggio grattugiato…se volete.


Altre ricette:  gnocchi di ricotta, gnocchi con cavolfiore ,speck e zafferano ,gnocchi alla romana, gnocchi dolci

13 novembre 2012

Oggi...

Martedì, 13 Novembre 2012
Settimana n. 46
 Giorni dall'inizio dell'anno: 318/ rimasti 48


foto da web

Santi del giorno: San Diego di Alcalà -religioso ;Sant'Omobono di Cremona- laico ;San Brizio di Tours-vescovo;  San Dalmazio di Rodez-vescovo ; San Florido di Città di Castello- vescovo ; San Niccolò I-Papa ; San Quinziano- vescovo di Rodez e Clermont; Sant'Agostina (Livia) Pietrantoni- vergine e martire (santo patrono di Cervia)


A Roma il sole sorge alle 06:58 e tramonta alle 16:50 (ora solare)
A Milano il sole sorge alle 07:21 e tramonta alle 16:53 (ora solare)
Luna: 6.16 (lev.) 16.30 (tram.)

Eclisse di sole alle ore 23.12  
Eclissi totale su tutta la parte settentrionale ed est dell’Australia, le isole Fiji e la Nuova Zelanda.

Luna nuova alle ore 23.09 in Scorpione


Luna crescente dal 13 al 28/11/2012
Luna cresce nei seguenti segni: Scorpione, Sagittario, Capricorno, Aquario, Pesci, Ariete, Toro, Gemelli.




Luna nuova

 Il novilunio (o luna nuova) è la fase della Luna in cui l'emisfero visibile risulta completamente in ombra. La luna nuova avviene quando nel corso della sua orbita il nostro satellite si frappone tra la Terra e il Sole e si dice che è in congiunzione. Durante la fase di luna nuova, non è possibile vedere la Luna in quanto essa è presente in cielo di giorno a poca distanza apparente dal Sole.

Questo è il periodo massimo della fase calante della luna. Se vogliamo liberarci di qualcosa, questo è il momento adatto. Luna calante elimina, respinge, diminuisce la pressione. Il corpo fisico elimina molto più facilmente le sostanze nocive. Durante la Luna calante è indicato realizzare alcune azioni tra cui : la disintossicazione e la purificazione dell’organismo.

 La “lunoterapia”, disciplina che si può collocare a metà tra scienza e saggezza popolare, sostiene che i giorni di “cambio” (piena, ultimo quarto, nuova, primo quarto) aiutino a stabilizzare la sfera affettiva e quella dell’umore. Questi giorni permettono infatti di sfruttare la piena energia emanata dal pianeta per purificare il corpo ed eliminare le sostanze tossiche che nel tempo si sono depositate nei tessuti, nelle articolazioni, nei vasi sanguigni e negli organi. E’ quindi importante, durante le fasi di cambio lunare, riservare una particolare attenzione al regime alimentare, limitando l’assunzione di cibi solidi e preferendo prevalentemente sostanze liquide.
Informazioni e foto prese da web.


..............

Premio Dardos e Grazie a TE...

Grazie mille per i premi, Dana et Dana - I cuochi di Lucullo !!!
Premio Dardos è un riconoscimento creato dallo scrittore spagnolo Alberto Zambade il quale nel 2008 concesse nel suo blog Leyendas " El Pequeno Dardo" il seguente premio ai primi quindici blog selezionati da lui e dal quel momento il premio iniziò a circolare su internet. Secondo il suo creatore, questo premio vuole "riconoscere il valore di ogni blogger, per il suo impegno nella trasmissione di valori culturali, etici, letterali e personali". Esprimendo in ultima analisi la loro creatività, attraverso il suo pensiero rimane vivo innato tra le sue parole. Offro questi due premi a tutti i miei sostenitori.




10 novembre 2012

Cotolette di melanzane ripiene con formaggio alla birra l'Ottavio Pichin / Șnițele de vinete umplute cu brânză

cotolette di melanzane ripiene con formaggio alla birra l'Ottavio Pichin


Squisite, facili e veloci da preparare .Sono un po’caloriche... ma sono tanto buone!


Ingredienti:
 - 1 melanzana
 - 1 uovo
 - formaggio tipo caciotta ,mozzarella , formaggio fuso a fette...ecc (io formaggio alla birra l'Ottavio Pichin ,linea Kinara di Le Fattorie di Fiandino ) *
 - farina
 - sale
 - olio per friggere


Procedimento:
Lavate le melanzane e tagliatele in fette spesse circa 1 cm. In una ciotola sbattete le uova con un pizzico di sale. Passate le fette di melanzane da entrambi i lati nella farina e poi nell’uovo sbattuto. Scaldate abbondante olio di semi in una padella e friggete le cotolette di melanzane per volta. Fatele dorare da entrambi i lati e scolatele su carta assorbente da cucina. Mettete tra due fette di melanzane fritte una fetta di formaggio e fate una leggera pressione con le mani . Servite la cotoletta calda o tiepida. Sono buone anche fredde.

* L'Ottavio Pichin -linea Kinara
Ingredienti: latte crudo, sale marino integrale delle saline Culcasi (TP) (presidio Slow Food), caglio vegetale (Cynara cardunculus), birra scura di produzione artigianale, malto d’orzo.






Con questa ricetta partecipo al contest di Le Fattorie di Fiandino 


Blog