Cerca nel blog

28 maggio 2013

Polpette alla paprika affumicata con sugo di pomodoro e erbe aromatiche di Provenza / Chiftele cu paprika afumată in sos de rosii si ierburi de Provence


Accentando l'invito di Cuki & Cannamela di provare la loro cucina "al sacco", ho preparato queste polpette al sugo. Una ricetta veloce e gustosa , non troppo elaborata, come quasi tutte quelle che faccio.
Cucinando con i sacchetti da forno Cuki, puoi preparare i piatti dietetici ma non solo, sia nel forno tradizionale sia a microonde, senza sporcarlo. Ti permettono di cuocere con pochi grassi o senza , esaltando il sapore dei tuoi cibi.
Le erbe aromatiche e le spezie sono una componente preziosa in cucina. Rendono i piatti più saporiti, conferiscono aroma e gusto,  consentendo di ridurre l'uso del sale da cucina.
Con le spezie e le erbe aromatiche Cannamela e il sacchetto da forno CUKI puoi esaltare la tua creatività in cucina ,personalizzando le tue ricette come preferisci.
Questa ricetta insieme a tante altre ricette si trovano su Facebook, sulle pagine di  Cannamela e Cuki,dove potete votare la vostra ricetta preferita .

Ingredienti:
 per le polpette
 300g. di carne macinata di manzo
 1 uovo
 1 cucchiaio colmo di paprika affumicata Cannamela
 1 cucchiaino di aglio macinato
 una macinata di pepe Melegueta –grani del Paradiso Cannamela
 sale
 per sugo 
 400 -500 ml. di passata di pomodoro o pomodoro a cubetti
 1 cipolla piccola
 1 cucchiaio di erbe aromatiche ricetta di Provenza Cannamela
sale
 3 cucchiai di olio di oliva extravergine
 1 sacchetto forno cottura dietetica Cuki

Preparazione: 
In una ciotola mettere la carne macinata con l’uovo , la paprika affumicata ,aglio ,sale e 3-4 giri di pepe Melegueta con tappo macina. Aggiungete una tazzina da caffè con l’acqua, solo nel caso in quale il composto delle polpette è troppo asciutto. Mescolare bene per incorporare tutti gli ingredienti. Formare delle polpette . Tagliare finemente la cipolla . Appassire con l'olio la cipolla ,giusto per ammorbidirla. Spegnete il fuoco . In una ciotola, mettere la passata di pomodoro , la cipolla rosolata , le erbe aromatiche di Provenza ,sale . Mescolate tutto. Aprire il sacchetto Cuki e inserire dentro le polpette .Adagiare il sacchetto in una teglia da forno. Con un mestolo, mettere sopra il sugo di pomodoro .Chiudere il sacchetto con il laccio senza stringere troppo(lasciando spazio per fuoriuscire il vapore) , a 4-5 cm. dall’estremità . Cuocere per circa 30-40 minuti a circa 200° . Togliere le polpette dal sacchetto . Cospargere le polpette con il prezzemolo tritato e servite ben calde.






22 maggio 2013

"Chef Moi"-una ricetta per vincere il Cous cous Fest



Carissimi blogger e appassionati di cucina, anche quest'anno Bia, azienda italiana che produce semola biologica di alta qualità, ha dato il via al concorso "Chef Moi".



 Se pensi che il tuo Cous Cous sia così buono da poter competere al Cous cous Fest, inviaci la ricetta, se sarà davvero buona potrai vincere una vacanza nella splendida San Vito Lo Capo (provincia di Trapani) e vivere da protagonista la XVI edizione del "Cous cous Fest", il festival internazionale dell'integrazione culturale.


Hai tempo fino al 15 luglio per iscriverti!

Seguite :
-su fb alla pagina https://www.facebook.com/biacouscous per vedere tutte le foto della scorsa edizione e ricevere tutti gli aggiornamenti
-su twitter : https://twitter.com/Bia_couscous

 Vi aspettiamo al Cous cous Fest dal 24 al 29 settembre 2013!

16 maggio 2013

Torta salata con pollo, formaggio e piselli / Tarta sarata cu pui ,branza si mazare



Le torte salate sono facili da preparare e ottime in ogni occasione. Questa torta,  lo fatta con dei avanzi di pollo e piselli ,che avevo nel frigorifero . 


  Ingredienti:
-1 sfoglia brisée o sfoglia
-100 g .di piselli
-6 fettine di formaggio fuso Emmental Inalpi
-una fetta grande di petto di pollo arrosto o lesso
-3 cucchiai di passata di pomodoro o pomodoro a cubetti
-2 uova
-2 cucchiai di panna da cucina
-3 cucchiai di formaggio Grana grattugiato
-sale e pepe q.b.

Preparazione:
Tagliate a cubetti il petto di pollo .Stendete la pasta brisée (sfoglia) sopra la carta da forno, in una teglia tonda. Mettete sopra le fettine di Emmental. Aggiungete sopra il  petto di pollo tagliato a cubetti e i piselli.  In una ciotola sbattete le uova, con  la panna ,la passata di pomodoro , formaggio Grana ,sale e pepe . Versate il composto sopra , spolverizzate con Grana grattugiato e un po' di pane grattugiato , ripiegate i bordi. Infornate in forno già caldo a 180° per circa 40-45 minuti o finché la torta diventa dorata. Prima di servirla , lasciatela circa 10 minuti che si raffreddi . E' buonissima anche fredda.





BIRRA IN VILLA 2013














Villa Calvanese – Castel San Giorgio (SA)
Sabato 18 e domenica 19 maggio 2013


Nella splendida cornice del Vanvitelliano Palazzo Calvanese di Castel San Giorgio (SA) nei giorni 18 e 19 maggio 2013 si terrà la seconda edizione di “BIRRA IN VILLA”.
Manifestazione interamente dedicata al mondo della BIRRA ARTIGIANALE organizzata dall’Associazione “Amici di Villa Calvanese” in collaborazione con la condotta Slow Food dell’Agro Nocerino-Sarnese e con il patrocinio degli Assessorati alla Cultura e alle Politiche Sociali del Comune di Castel San Giorgio.
La birra, col suo potere socializzante, è la bevanda che unisce tutti, senza distinzioni d’età e di ceto sociale. Da sempre associata alla ristorazione rapida, con la pizza come abbinamento ideale, la birra sta sempre più evolvendosi verso prodotti di qualità da abbinare all’alta cucina, grazie soprattutto al crescere della presenza di produzioni artigianali.
La Campania, nonostante abbia un’antica tradizione legata alla produzione di ottimi vini, si affaccia nel panorama brassicolo italiano con la grande forza e competenza dei birrai nostrani, andando sempre più a colmare il distacco con le produzioni dei grandi birrifici artigianali del nord.
Per dare spazio a questa rivoluzione brassicola che riguarda la nostra regione, la manifestazione Birra in Villa, giunta alla seconda edizione, vuole dare spazio alle creatività e alla bravura dei birrifici campani, senza però chiudersi rispetto alle produzione delle altre regioni o magari con produttori stranieri.
L’edizione di quest’anno vedrà la presenza di 13 birrifici, di cui 11 campani, 1 laziale ed uno canadese. Sarà possibile degustare tutte le birre presenti e partecipare ai laboratori di degustazione che verranno promossi nella due giorni di Villa Calvanese.
Le novità di quest’anno saranno gli approfondimenti tematici: oltre ai laboratori di degustazione e quelli relativi alla produzione della birra, ci saranno seminari su argomenti di attualità del mondo brassicolo.
Il primo appuntamento, dal titolo “La filiera della birra in Campania”, affronterà uno degli argomenti più interessanti del panorama brassicolo della nostra regione: la promozione di una filiera campana per la produzione di orzo, luppolo ed altri ingredienti utilizzati nella produzione di birra, come il limone, l’arancia e la castagna.
L’Assessorato regionale all’Agricoltura e le Organizzazioni Professionali Agricole supportano l’iniziativa nata dall’idea di A.Bi. Campania (l’associazione dei microbirrifici campani) con l’affiancamento di Assobirra. Il seminario avrà luogo sabato 18 alle ore 18.30 con la partecipazione di un rappresentante dell’Assessorato regionale all’Agricoltura, il presidente di A.Bi. Campania Giuseppe Schisano, il direttore di Assobirra Filippo Terzaghi, i rappresentanti delle organizzazioni professionali agricole che operano sul territorio, il fiduciario della Condotta SlowFood dell’agro Nocerino Sarnese Marco Contursi, il Sindaco di Castel San Giorgio. Il dibattito sarà moderato da Alfonso Del Forno del portale internet www.birra.campania.it
Il secondo approfondimento, dal titolo “La birra artigianale: come rendere semplice l’approccio ad una bevanda complessa”, che si svolgerà domenica 19 alle ore 18.30, vedrà riuniti gli attori principali del movimento brassicolo campano, con la presenza dei rappresentanti delle associazioni che operano nel mondo della birra, i pubblican e alcuni birrai. La discussione verterà intorno alle modalità con le quali è possibile raggiungere il consumatore medio che ancora non conosce la birra artigianale, mettendo a confronto le esperienze e le difficoltà che ogni singolo operatore riscontra nell’attività giornaliera.
Per quanto riguarda i laboratori, ci saranno tre appuntamenti.
Il primo sarà quello relativo al mondo delle birre senza glutine. Alfonso Del Forno, presidente dell’Associazione Degustatori Birra senza glutine e fondatore del portale nonsologlutine.it, presenterà per la prima volta in Campania i dati dell’inchiesta effettuata sulla quantità di glutine rilevata all’interno delle birre artigianali, proseguendo con la degustazione delle birre campane che si sono distinte per il basso contenuto di glutine.
Un secondo laboratorio sarà tenuto dall’Associazione Birrando si Impara e l’argomento sarà quello della produzione della birra in casa. Oltre all’approfondimento delle varie tecniche di produzione e la conoscenza delle materie prime, saranno degustate le birre di alcuni birrifici che affondano le loro radici in lunghi percorsi di homebrewing.
Il terzo laboratorio di degustazione punterà sulla birra artigianale e i falsi miti che ruotano intorno a questo mondo. Sarà condotto da Carlo Nardi, vice presidente dei Malti da Legare, e Vincenzo Cillo, birraio e docente SlowFood. Durante il laboratorio saranno degustate delle birre artigianali che permetteranno di sfatare alcuni miti che coinvolgono il mondo della birra.
Associazioni presenti
SlowFood
ADB Senza Glutine
Birrando si Impara
Malti da Legare

Birrifici presenti
Maneba – Striano (NA)
Birrificio Irpino – Monocalzati (AV)
Maltovivo – Ponte (BN)
Il Chiostro – Nocera Inferiore (SA)
Aeffe – Castel San Giorgio (SA)
Tennent’s Pagani – Pagani (SA)
Birrificio Sorrento – Sorrento (NA)
Karma – Alvignano (CE)
Alter Ego – Atripalda (AV)
Birrificio Saint John’s – Faicchio (BN)
Birrificio dell’Aspide – Roccadaspide (SA)
Cerevisia Vetus – Ceccano (Fr)
Glutenberg – birre senza glutine

Media
inoltre potete seguirci sulla pagina facebook di Birra in Villa.

Sarà allestita una zona food a cura della pizzeria O’Sarracin dei fratelli Tramontano e del ristorante Dream di Castel San Giorgio, in cui poter degustare piatti e pizze abbinati alle birre presentate.


COME FUNZIONA BIRRA IN VILLA:
3,00 €  solo ingresso;
8,00 €  ingresso + bicchiere e tracolla + n. 4 ticket per degustazioni birra.
Il costo dei laboratori è di 3,00€ a persona ed è su prenotazione, 
da effettuarsi inviando una mail all’indirizzo info@amicivillacalvanese.it ed indicando obbligatoriamente i nominativi dei partecipanti ed un numero di cellulare. 
Per accede ai laboratori, oltre al costo di 3,00€, occorre obbligatoriamente acquistare all’ingresso della manifestazione anche il ticket di 8,00€.
I seminari sono gratuiti e senza prenotazione.
Per info: info@amicivillacalvanese.it        cell. +39 3313016669

               

PROGRAMMA BIRRA IN VILLA 2013
SABATO 18 MAGGIO 2013
- ore 18.00
Inaugurazione della II edizione di Birra in Villa ed apertura al pubblico degli stand espositivi.
- ore 18.30
Seminario: “La filiera della birra in Campania”
Modera Alfonso del Forno
- ore 20.00
Laboratorio didattico: birre senza glutine
a cura di: Alfonso Del Forno (presidente ADB senza glutine) - Sala Teatro
- ore 21.00
Laboratorio didattico: birra artigianale e i falsi miti
a cura di: Carlo Nardi (vice presidente dei Malti da Legare) e Vincenzo Cillo, birraio e docente SlowFood - Sala Teatro
- dalle ore 20.30
Musica jazz dal vivo con i Rose Jazz Trio – Terrazzo 1°piano

DOMENICA 19 MAGGIO 2013
- ore 18.00
Apertura al pubblico degli stand espositivi.
- ore 18.30
Seminario: “La birra artigianale: come rendere semplice l’approccio ad una bevanda complessa”
Modera Alfonso del Forno
- ore 19.30
Laboratorio didattico: produzione della birra in casa
a cura di: Associazione Birrando si Impara - Sala Teatro
- dalle ore 20.30
Proiezione della partita Roma – Napoli - Terrazzo 1°piano

7 maggio 2013

Venezia

Venezia è sempre Venezia, città eternamente romantica. Mercoledì scorso, io e il mio marito, abbiamo passato una bella giornata a Venezia insieme con i nostri amici. Per voi una passeggiata virtuale...una bella raccolta tra le foto scattate da me. Ciao ...a presto metterò una ricetta!

Cateva fotografii facute miercurea trecuta in Venetia , unde am fost in plimbare cu prietenii nostrii. 










Ponte dei Sospiri
















Basilica di San Marco 

Piazza San Marco

Palazzo Ducale

Il campanile di San Marco 




Ponte di Rialto


5 maggio 2013

Pasqua ortodossa ...e Paste Fericit !

Oggi 5 maggio, i fedeli ortodossi celebrano la Pasqua. Questa'anno la data della Pasqua ortodossa non coincide con quella della Pasqua cattolica. La chiesa ortodossa segue il calendario giuliano e non quello gregoriano, anche se a volte le due festività cadono nello stesso giorno. Per la chiesa ortodossa è la festa più importante, che si trascorre in famiglia e con gli amici, mentre durante l'intera settimana santa si hanno celebrazioni speciali. In Romania, il Sabato Santo si tiene la processione, poi alla messa di mezzanotte, i fedeli tengono in mano delle candele che devono portare accese fino a casa, senza farle spegnere. Poi, la Domenica di Pasqua si celebra con un pranzo in famiglia, il pranzo include le uova dipinte di rosso, ma anche di altri colori, come verde, blu, giallo, oppure dipinte, sempre artigianale, con diversi modelli. Esiste anche l'usanza di scontrare le uova, senza che l'uovo si rompa. Si pronuncia la frase "Hristos a Inviat!",  in italiano "Cristo è Risorto " e l'altro risponde " Adevarat a Inviat"... "Vero è Risorto!"
 Oltre le uova sode colorate , il panettone fatto in casa ,cozonac ( molto simile a quello italiano con il cacao e noci, semi di papavero, lokum ), fa parte del pranzo di Pasqua, e l'agnello cucinato in vari modi, in brodo e arrosto. L’antipasto è sempre fatto con le interiora del agnello, si chiama drob.
Un altro dolce tradizionale della Pasqua in Romania è pasca.
Pasca è una specie di torta dolce con ripieno di formaggio fresco (simile alla ricotta ), uova ,zucchero e uvetta .Viene fatta solo una volta all'anno dai cristiani per la Pasqua. Ha una forma circolare per simboleggiare la culla di Gesù , al centro una croce di pasta, che ricorda Gesù crocifisso e l'impasto intrecciato sui bordi. Di solito si prepara con l'impasto di cozonac.
La Pasqua, io lo già festeggiata ,sono cattolica. Per potermi sposare in Italia in chiesa ,oltre 20 anni fa, ho cambiato la religione.
La mia famiglia ,parenti e i miei amici ,oggi festeggiano la Pasqua . Per loro, vorrei fare i miei auguri di Buona Pasqua!

Paste Fericit! 






Blog